Tarantella Calabrese

TARANTELLA CALABRESEtarantella calabrese

La Tarantella calabrese, chiamata anche “tintarella” o “o sonu” in antichità, è una danza particolare simbolica tipica della tradizione calabrese che si ballerà anche a capodanno 

ETIMOLOGIA

Il nome “tarantella” deriva da “taranta”, “tarantola”, il ragno appartenente alla famiglia dei Lycosidae il cui morso si credeva portasse ad una malattia particolare chiamata “tarantismo” che faceva cadere la vittima in uno stato di epilessia. Il ballo infatti riporta al rituale del “tarantismo”, ovvero scacciare il male dovuto al morso del ragno attraverso un ballo scatenato e prolungato.

UN BALLO ANTICO

La tarantella calabrese è un ballo molto antico infatti vi sono diverse versioni sull’origine del nome. Alcune persone vedevano nei movimenti saltellanti e prolungati di questa danza un possibile effetto dovuto al morso della tarantola.tarantella calabrese in piazza

Vi sono diversi tipi di tarantella in Calabria, o meglio, viene caratterizzata a seconda della zona geografica:

dalla “libera” nella zona di Catanzaro al “sonu” o “ballu” nella zona dell’Aspromonte e dallo “zumparieddu” della Sila alla “viddanedda” nella zona di Reggio Calabria.

Nella zona di Vibo Valentia, invece, fino a qualche decennio fa la danza in pubblico era riservata soltanto agli uomini.

La tarantella calabrese si balla soli, in coppia uomo-donna, dove l’atteggiamento dell’uomo è quello di corteggiare la donna, o a quadriglia dove, a coppie, un “maestro di ballo” conduce la danza indicando le varie figure da fare.

Quando si balla la tarantella si eseguono dei passi a ritmo sul posto o girando in modo antiorario con le braccia poste sui fianchi per le donne, mentre l’uomo tenderà ad alzarle e muoverle fino ad arrivare a “chiedere le mani” alla donna.

Il ritmo di questo ballo folkloristico è basato su terzine con un tempo in 12/8 o in 6/8 e gli strumenti musicali caratteristici utilizzati sono la zampogna, sostituita poi dall’organetto, accompagnata da un tamburello.organetto calabrese

In alcune zone si utilizzava il “fischiotto”, strumento musicale a fiato simile alla zampogna, o la “pipita”, strumento musicale aerofono che fa parte della famiglia degli oboi.

La tarantella calabrese pur essendo un ballo molto antico ha mantenuto nel tempo il suo spirito allegro e aggregante e tutt’oggi allieta feste come matrimoni, sagre e feste di paese che spesso sono proprio organizzate a suo nome.

Vuoi arricchire questo articolo? invia una mail a info@eventincalabria.it

 

About The Author

web master per eventincalabria.it

Leave A Comment

Chi Siamo

 

Un Network di riferimento per la promozione degli eventi in Calabria

Contact Info

 

associazione eventi in Calabria- C.F:96036280780

Telefono: (+39)342.5366391
Email:     info@eventincalabria.it