Guidare a piedi nudi

di Ivan Cascardo

ivan cascardo

Chi deve macinare diverse ore di viaggio in auto, sa bene cosa significhi farlo in estrema comodità, soprattutto d’estate quando ben volentieri, ciascuno di noi, toglierebbe le strette calzature per poter guidare senza nulla ai piedi e restare completamente scalzo o, al limite, indossando delle semplici infradito.

Quanti di voi hanno resistito alla tentazione di liberarsi delle scarpe a causa del timore di incappare nella sanzione pecuniaria? Probabilmente siete in molti in quanto è opinione diffusa credere che guidare coi piedi scalzi o con dei semplici sandali sia vietato dalla legge. Dovete sapere che ciò non corrisponde al vero!

Infatti, il divieto di guidare l’automobile con ciabatte, sandali, zoccoli e tacchi alti è stato abolito con la riforma del Codice della Strada del 1993. Ne consegue che i pedali possono essere lecitamente gestiti anche a piedi nudi.

La norma vigente non stabilisce affatto di circolare esclusivamente con calzature legate al tallone, ma si limita a disporre che il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie, in condizione di sicurezza, in modo da garantire la tempestiva frenata del mezzo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile. Oggigiorno, poi, grazie ai nuovi dispositivi frenanti, di serie su tutte le nuove auto, è fuor dubbio che qualsiasi conducente possa garantire “una tempestiva frenata” anche nell’ipotesi in cui indossi delle ampli ciabatte. In altre parole, il conducente è tenuto ad autodisciplinarsi nella scelta dell’abbigliamento e degli accessori al fine di garantire un’efficace azione di accelerazione, frenata ed uso della frizione.

Il problema vero e proprio deriva dalle Compagnie di Assicurazioni per la responsabilità civile. Infatti, qualora a seguito di un sinistro stradale dovessero intervenire le forze dell’ordine, esse potrebbero verbalizzare che il conducente, al momento del fatto, non vestiva delle scarpe. Questo dettaglio è spesso utilizzato dalle Compagnie per evitare di risarcire il danno. Tuttavia, il conducente che scelga di guidare la propria auto a piedi nudi non integra affatto una violazione del Codice della Strada. Si tratta, piuttosto, di una libera scelta, compiuta in perfetta autodeterminazione, a corollario di quella libertà inviolabile proclamata dalla nostra Costituzione all’art. 13. State tranquilli: sentitevi liberi nei vostri spazi, automobile compresa.

About The Author

Normativa legale di eventincalabria.it Professionista iscritto all’albo degli Avvocati presso il Tribunale di Paola. Possiede la Specializzazione biennale post-lauream per le Professioni Legali rilasciata dall’Università Magna Graecia di Catanzaro.

Comments

  • By ChiccoB - on Reply

    Io ero perfettamente a conoscenza del codice stradale, sul fatto che, dal 1993 è consentito guidare con le ciabatte o scalzi. Personalmente, guido scalzo, sia nei viaggi lunghi che nei viaggi brevi, se sto indossando le infradito. E nei viaggi lunghi, anche se sto indossando le scarpe, le tolgo quasi sempre.

  • By eventincalabria - on Reply

    Ciao Chicco B, grazie per aver espresso il tuo parere in merito ad una questione ,fino a qualche tempo fa, enigmatica. Prossimamente magari vedremo dei sensori al posto dei pedali e il problema sarà definitivamente eliminato, che dici?

    • By ChiccoB - on Reply

      Mah, non so… Potrebbe essere che in futuro, le auto elimino del tutto la pedaliera. Ma nel frattempo, io continuo a guidare scalzo.

Leave A Comment